venerdì 14 aprile 2006

Sogno di Pasqua

Come "Augurio di Pasqua" ri-pubblico questa canzone che ho scritto quando avevo 16 anni.



Sogno d'un mondo impossibile

d'un utopia che non ci sarà,

dove la gente sorride e ti sa dire l'amore cos'è,

sogno di un'isola d'oro dove sia l'uomo padrone di sé,

sogno di un'isola bianca dove tu possa stare con me.


Sogno perduto nel verde di tanta erba che non c'è più,

sogno perduto nel cielo, che va scomparendo sempre di più,

sogno di un ambiente sano per i giochi di tutti i bambini,

sogno di una ciminiera che non dà fumo ma solo fiori.


Sogno di un mondo di pace, dove il sangue non scorre mai,

dove si fanno le guerre alla fatica e alla malattia,

dove si sogna ogni volta che si va a letto a dormire,

dove dispiace davvero quando un giorno si deve morire ...


dove dispiace davvero quando ... un giorno ...

1 commento:

dipcadeave ha detto...

... una leggera utopia anni 70??

Posta un commento