venerdì 5 maggio 2006

Luce di Primavera

Questa mia Primavera

che allontana l'Estate,

questa luce più vera

contro il buio stantio

che impedisce la vista,

che rimanda all'oblio.


Tutto ora cambia

perché nulla cambia

nel cuore o di fuori:

classificare gli amori

non è mia abitudine.


Muoversi restando fermi

o irrompere

nell'Universo,

scagliandosi

in linea retta:

una scelta comunque imperfetta.

3 commenti:

dipcadeave ha detto...

Una volta scagliato in cielo in linea retta.... prima o poi.. comincia la discesa... Ma la tua cometa non cadrà di nuovo su questa terra...

Marileda ha detto...

...nulla può esserlo, giusto e perfetto....

Aleteia ha detto...

ma tu hai mai fatto una scelta che fosse perfetta mio caro?


siamo perfettibili in eterno

un caro saluto

Margot

Posta un commento