venerdì 7 luglio 2006

Da consumarsi preferibilmente ...

Non si può mettere da parte il tempo che ci avanza e utilizzarlo quando ci serve.


Con questo pensiero in testa, camminava con i pugni in tasca, non sapendo che pensare. Tutta una vita passata ad aspettare: aspettare di diventare grande, per poter fare quello che gli sarebbe piaciuto fare; aspettare un lavoro decente, per non avere problemi di sopravvivenza; aspettare un amore ... quello poi !


Non sapeva mettersi in relazione con gli altri, o meglio lasciava che le cose accadessero, senza curarsi di modificarne il corso, se non riguardavano lui stesso in prima persona.


Aprì il frigorifero, prese la busta del latte: era scaduto. Versò il contenuto nel lavandino. Si sentì improvvisamente scaduto senza essere stato consumato.


Avrebbe voluto sparire anche lui nello scarico del lavandino, come il latte.

1 commento:

dipcadeave ha detto...

... non sei scaduto.. ho letto la tua data... ce ne vole..

Posta un commento