venerdì 29 settembre 2006

Cielo

"Some dance to remember, some dance to forget."

Quel frammento di cielo
stretto fra i grattacieli,
mi ricorda quel vento
quel profumo di ieri:
ero appena arrivato
o neanche partito,
ero caldo, gelato,
ero senza vestito.

Non esistono labbra
per parlare di noi,
non esistono palpebre
da bagnare se vuoi:
ogni bel sentimento
si trasforma in canzone
e si perde nel vento
come quell'aquilone.

Nei frammenti di cielo,
stretto fra grattacieli
mi respiro quel vento
e i ricordi di ieri.

4 commenti:

dipcadeave ha detto...

Ci è dato il giusto tempo per ogni cosa.. Riusciamo a utilizzarlo nel mondo corretto?

utente anonimo ha detto...

che bella!!!

Si è vero...i ricordi si colorano ti tinte magiche e diventano canzoni...poesie...racconti...quadri...

Vera

bus28 ha detto...

respiro a pieni polmoni

ciao!

bus28 ha detto...

Una cosa...io ti ho linkato, questo perchè ciò che scrivi mi piace e, appena posso, tornerò a trovarti...

Posta un commento