giovedì 9 novembre 2006

la nebbia nel cuore

ho la nebbia nel cuore
che mi annega parole,
sentimenti,
ora spenti

il sorriso del sole
mi riscalda parole,
e riprendo,
e riprendi:

non c'è nebbia nel cuore
non c'è dubbio in amore
e se perdi la strada ...
basta un "navigatore"

dedicata ad un'amica ... del cuore

3 commenti:

BrahamoPutro ha detto...

Ah la poesia, triste melodia, oasi di rassegnazione e di vana speranza, nostalgia per ciò che fummo e per i nostri vecchi ideali. Ricordo a tal proposito un vecchio moto d'ispirazione che mi diede la forza e il coraggio di compiere un gesto eroico. Erano i mitici anni 60, quelli delle spider, dei balli in spiaggia, dei cartelloni autostradali, delle bibite analcoliche, delle pupe cottonate e ossigenate, delle contestazioni giovanili, delle tracimazioni dei fiumi, della contrapposizione dura, del boom economico, della rinascita, del supplizio di tantalo, delle mosche tze tze, del martirio di Abramo, dell'invasione delle cavallette, della scomparsa dei dinosauri, della formazione orografica, della scoperta del metallo, dell'uso della pelliccia, dei combattimenti con sputi e gomitate, delle libagioni sconsiderate, delle pulzelle illibate e delle trattorie ereditate.

Cosa volevo dire, non ricordo più.


Una voce diversa

utente anonimo ha detto...

i sentimenti non sono mai spenti...

covano tiepidi sotto la cenere...

o si celano in una coltre di nebbia...

ignari che una folata di vento

o un timido raggio di sole

gli istilleranno di nuovo vigore

Raffaella

Aleteia ha detto...

è la malinconia del cuore, quella che si è assisa sul trono più alto e non vuole essere spodestata....


un saluto con affetto

Margot

Posta un commento