sabato 10 febbraio 2007

Forse (R.B.)

Forse potevi restare là, nel limbo delle cose belle non accadute. Forse.

Forse avresti potuto capire che cos'è un uomo timido, sensibile, attento, orgoglioso, un po' pazzo, temerario a volte, ma sincero. Forse.

Forse non avresti dovuto immaginare che mi sarei prestato a fare da ruota di scorta per certe tue difficoltà, che si sono rivelate momentanee.

Forse non mi interessa che cosa vivi quando ti sento lontana da me, quando ti poni volontariamente lontana da me, quando fingi o ti sforzi di preferire soluzioni pratiche, quando rifiuti di lasciarti abbracciare a mente, quando congeli ogni possibilità di intrecciare i nostri rami, quando non cammini sul nostro piano, sull'unico piano, nell'unico spazio che abbia un senso. Forse.

Forse non mi piacciono le tue fughe mascherate da finte vicinanze, il tuo accontentarti di qualcosa che non è nemmeno lontanamente alla tua altezza. Forse.

Forse odio la tua sciocca filosofia di sentimenti costruiti sulla sabbia, tanto da soddisfare narcisismi inconsistenti, convenzionali assunti di un pensiero che non ti appartiene. Forse.

Forse starai pensando perché mai sono sparito da quell'illusione di mondo, da quell'imbecille punto di contatto che dopo 20 anni eri riuscita a ritrovare con me. Forse.

Forse non sai perché non ti ho cercata in questi 20 anni, forse non capisci che mi sto chiedendo perché mi hai cercato ora e non allora, quando il tuo bel mondo dorato ti è crollato addosso, quando le certezze che mi sbattesti in faccia 20 anni orsono erano ormai ridotte in polvere, come avevo in qualche modo previsto senza dirtelo. Per rispetto, perché ti ho amata davvero. Senza forse.

Forse non te ne eri accorta. Allora mi sembrò il contrario. E in tutto questo tempo ? E adesso ? Forse eri convinta che io potessi chiudere un interruttore e vederti con occhi e con cuore diverso ? Forse pensavi che il tuo ritorno senza ritorno mi avrebbe fatto piacere. Forse.

Forse hai pensato che tutto potesse svolgersi fra noi normalmente, senza emozioni, senza sentimenti particolari, senza cuore, tu che parli di avere un grande cuore solo quando ti serve di far parcheggiare il mio nell'attesa del nulla. Forse non sai che un cielo d'inverno non invita a spogliarsi e gettarsi a nuoto nel lago quasi ghiacciato che hai steso fra noi. Forse.

Forse ho sbagliato. Forse non sei tu la stessa che ho conosciuto e amato allora. Forse non ci siamo incontrati, ne adesso, né altrove. Forse.

Forse la cosa più bella che avevo nel cuore s'è rotta.

1 commento:

zenda ha detto...

accidenti... non pensavo di venire a leggere questo :(

Posta un commento