giovedì 31 maggio 2007

Fine

But you gave away the things
you loved and one of them was me!
I had some dreams they were
clouds in my coffee!
(You are so vain - Carly Simon)

Quando eri il mio sogno, il mio "colpo di fulmine", la mia principessa. E vedevo billarti negli occhi sogno e avventura.

Quando ti chiedevo che cosa pensavi di me. È importante per me sapere come mi vedono gli altri, soprattutto quelli che potrebbero non mentirmi.

Quando cominciavo a parlarti di com'ero dentro. Fossi riuscito una volta a finire il discorso: tre parole e tu volavi via, lontano.

Quando strappavo le note del cuore fra le corde della chitarra. C'era sempre un'aspirapolvere più importante di tutte le mie malinconie.

Quando io ne volevo zero e tu sei. Abbiamo fatto la media aritmetica: tre.

Quando ero ancora sincero sincero. E tu già mi mentivi, senza volerlo.

Quando poi quella volta ero felice, oh sì stupidamente felice, ma proprio così semplicemente felice perché tu eri venuta a trovarmi. E tu mi dicesti che eri stata con lui.

Proprio allora, forse. Non ero più il primo, né l'unico.

Fine.

Nessun commento:

Posta un commento