giovedì 7 giugno 2007

Laggiù

Sapessi quanto è difficile

alzarsi la mattina

sapendoti lontana

sentendoti vicina


onde di mari oceani

profumi d'altri boschi

e prati all'infinito

verdi come i tuoi occhi


sotto le dita scorrono

palpiti ed emozioni

dentro la mente corrono

fantastiche visioni


mi fermo, vado piano

ti aspetto Mia

laggiù all'incrocio

fra sentimento e cuore

1 commento:

Polikwaptiwa ha detto...

caffé per due, con doppia dose di duo-mattino

Posta un commento