mercoledì 25 luglio 2007

Calypso

Colline di memorie e di emozioni
lasciano il loro verde e l'erba secca
a raccontare il mare che non videro:
scogli e naufràgi, candide carezze
tempeste di passione, dolci sere.

altre sentenze per tutte le sue cellule
sul pianeta Solaris ed anche oltre

Mai più, mai sempre l'ancora s'abissa
e gratta il fondo a ricercare ruggine
di anime affogate oltre l'oceano:
di Ulysse e di Calypso, maga e vittima,
che ancora dal disotto delle onde
stringono e amano,
e in quel che resta del mare
insieme affogano ogni dubbio,
ogni piccola goccia d'acqua salata
che ritorna in bocca.

1 commento:

Polikwaptiwa ha detto...

che meraviglia

Posta un commento