lunedì 17 settembre 2007

Il Sesso degli Angoli

Certo, credo sia piuttosto difficile da determinare, il Sesso degli Angoli: là dove le curve diventano più acute, non si vede bene, e dove non si vede, tutto risulta più difficile.

Agli angoli della bocca, per esempio, come si fa a dire "maschio" o "femmina": bisognerebbe prima assaggiare, e nemmeno quella sarebbe una prova definitiva. Servirebbe il DNA prelevato dalla saliva.

Per gli angoli degli occhi ci si potrebbe basare sul trucco, ma come è possibile trarre conclusioni certe da un trucco ? Si sospetterebbe un inganno, o almeno un'ambiguità. Magari le lacrime hanno sesso ...

Poi si sa che gli angoli possono essere acuti, e allora ci si potrebbe parlare, oppure ottusi, e quindi meglio lasciar perdere. Ma solo pochi di essi sono retti, tanto da consentire una giusta determinazione del loro sesso.

Quante volte ci si sente costretti in un angolo, e in quei momenti non conta più il sesso, ma prevale lo spirito di sopravvivenza !

E che dire delle sorprese sempre in agguato dietro l'angolo: in quei casi, è ancora più difficile determinarne il sesso.

Per non parlare degli angoli del cuore, nascosti, dolorosi a volte, sicuramente molto molto privati. Privati di ogni caratteristica, e prima di tutto, privati del sesso.

5 commenti:

dipcadeave ha detto...

Gli angoli sorridenti sono femminili....

Polikwaptiwa ha detto...

io dico che sei il mio scrittore in prosa preferito,ti angolizzo (gergo da Bridge :).il finale poi direi che è una poesia.ciao ciao

Polikwaptiwa ha detto...

Per non parlare

degli angoli del cuore

(nascosti) dolorosi


(a volte)


sicuramente molto molto (privati)

privati di ogni caratteristica

e prima di tutto, privati del sesso.

utente anonimo ha detto...

tira più un poeta che un carro di buoi.


Evaludica

Polikwaptiwa ha detto...

ma no, i poeti sono dei gran pigri, accentratori e narcisisti.meglio le poetesse :)

Posta un commento