mercoledì 14 novembre 2007

Accostamenti indebiti

Tante ante
come un armadio
quattrostagioni
che custodisce del mio cuore
i battiti e le soste
mi sogno la durezza
e lì mi fermo.

Poche oche
giusto numero
a guardia
di un'aia piccola
un morso d'universo
le chiude
e s'apre al divenire
dal tramonto
all'alba.

Accostamenti indebiti
per questo inevitabili.

1 commento:

dipcadeave ha detto...

Campidoglio quattro stagioni??

Posta un commento