venerdì 25 aprile 2008

La mia chitarra

La mia chitarra è sempre là

che sfida il tempo

e i granelli di polvere,

l'assedio di noia e solitudine.


Ogni giorno la tradisco,

e lei non parla, non piange.


Mi guarda col suo grande occhio,

forse riflette, fra le corde

del suo cuore caldo.


Chissà se un giorno

prendendola fra le braccia

la sentirò suonare

tutte le voci che ho dentro.

Nessun commento:

Posta un commento