giovedì 3 giugno 2010

Come una volta

Più guardo il calendario e più divento triste.

E m'è piovuto il cielo sulla testa e non lo so perché.

Mi specchio nei tuoi occhi che si specchiano nei miei

e poi m'invento storie e vani ritornelli senza senso

per ammazzar la nostalgia, per vederti sorridere

per una volta ancora amor

come una volta.

1 commento:

Posta un commento