martedì 15 febbraio 2011

realistica

mi meraviglio, ogni volta, di svegliarmi e trovare tutte le cose intorno, allo stesso posto in cui le avevo lasciate addormentandomi: chiunque abbia progettato la realtà, l'ha fatto in modo davvero realistico: armadio, comodino, pantofole, governo...


anche uscendo di casa: trovo sempre la stessa via, le stesse case, l'arco, la pasticceria, la piazza, nella piazza il vigile (sempre lo stesso), più in là la posta, l'incrocio, il bar dove prendo il caffè


ecco: il caffè sembra sempre lo stesso, ma sospetto che cambi da un giorno all'altro (mi riferisco al liquido scuro, non al locale)...

1 commento:

utente anonimo ha detto...

Ma c'è un caffè che non cambia mai, quello che non abbiamo mai preso insieme ma che è sempre lì... macchina sempre in pressione, aroma sempre invitante...un pò brasiliano, un pò arabico, un pò napoletano...un caffè in potenza...
Bacio
Astrud

Posta un commento