sabato 15 luglio 2006

A un altro tavolo

Strana davvero

la memoria,

quella dei sentimenti

soprattutto.


Quando le ferite

si richiudono,

quando alla fine

smetto di chiedermi

perché,

perché non hai voluto,


all'improvviso

non esisti più,

all'improvviso

sei svanita,

come se

non fossi mai

esistita.


L'amore è un gioco,

e tu giocavi

a un altro tavolo.


Strana davvero

la memoria,

strana ma onesta.

2 commenti:

dipcadeave ha detto...

Strana, onesta... e ... magnanima...

utente anonimo ha detto...

ogni sentimnto arricchisce e costruisce una nuova parte di noi

Vera

Posta un commento