mercoledì 19 agosto 2009

Come

Come quelle cose buttate alla rinfusa sul divano, come i miei pensieri che non vogliono più diventare anima, come foglie di rosmarino, verdi e poi secche.


Come i colori della musica, come il respiro del mare, come le infinite sfumature del cielo al tramonto.


Come una presenza naturale, come l'acqua che corre, come l'alito fresco di mille primavere, come la pioggia inutile, come un lampo e poi il buio.


Passare.

3 commenti:

sognodime ha detto...

mentre ti leggevo, pensavo al profumo del basilico, e della salsedine.

sanno di buono, le tue parole.

utente anonimo ha detto...

anche secondo me le tue parole sanno di buono..in fondo, basta conoscere le anime diverse che ci animano..;-)

Viola

utente anonimo ha detto...

ti sento controcorrente

il brivido che scompiglia

i sassi sul fondo

quei riflessi controcielo

che porti alla sorgente

alle acque che raccolgono i miei battiti

Posta un commento